Chiudi

San Felice Circeo

Seguici su Facebook

Apri
Apri
Panoramica
iCicero la guida turistica di San Felice Circeo
iCicero: San Felice Circeo - 
	Panoramica
Tappa della lunga vicenda umana , che oltrepassando i limiti della storia scritta, si avvolge nel mito dell’avventura di Ulisse che qui sbarcò, attirato dalla Maga Circe, e a lungo visse preda dell’erba dell’amore moly, quest’area fu abitata da epoche remotissime.
Lo testimoniano i numerosi reperti raccolti nella Mostra Homo Sapiens et Habitat e, soprattutto, le numerose grotte marine nelle quali furono rinvenuti il cranio di un uomo neandertaliano, ossa di animali, utensili ed attrezzi, resti di uomini preistorici (grotte delle Capre, Guàttari, Fossellone e Breuil).
Le origini della città sono documentate dall’acropoli e dalle mura ciclopiche di Circeii che si fanno risalire al VI-IV sec. A.C. e che accompagnano la vetta del monte ed il centro storico.

iCicero: San Felice Circeo - 
	Panoramica
L’area  è una splendida sintesi ambientale in cui spicca il promontorio, unica altura della pianura pontina, dalla cui cima si domina un vasto panorama che abbraccia la pianura, i monti, il mare e le isole pontine. Ai piedi del monte, e tutt’intorno, domina il verde intenso della foresta del Parco Nazionale del Circeo. Il piccolo e caratteristico centro storico, raccolto attorno alla duecentesca Torre dei Templari ed al Palazzo Baronale, affacciati sulla Piazzetta Lanzuisi è, in estate, uno dei centri pulsanti di vita notturna, tra bar e locali tipici, boutiques e botteghe. Da qui parte una duplice esplorazione del monte; la strada delle Crocette, immersa nel verde del lecceto fino ad un pianoro che immette ai resti dell’acropoli di Circeii, e la strada del Faro che si snoda a mezza costa sul versante meridionale.

iCicero: San Felice Circeo - 
	Panoramica
Il periplo in barca  offre lo spettacolo delle numerose grotte marine: Azzurra, del Presepio, delle Capre, del Fossellone, dell’Impiccato, della Maga Circe che si accompagnano a siti peculiari come la Batteria, Punta Rossa, la cava d’alabastro, il Precipizio, le torri Fico, Cervia e Paola. La costa rocciosa che caratterizza il promontorio, lascia spazio sul versante sud-orientale alla spiaggia che prosegue, solo con piccole interruzioni, fino a Terracina. Per chi ama vivere il mare in barca, c’è un attrezzato porto turistico. Nel periodo estivo è attivo un collegamento con motonave veloce per le Isole Pontine.